VIAGGIO IN MYANMAR

Data:  4 – 16 marzo

Durata:  13 giorni/10 notti

Prezzo: € 2.480


Affascinante Myanmar

Affascinante Paese ricco di tradizioni con una cultura millenaria, il Myanmar, chiamato anche “Il Paese delle Mille Pagode” o “la Terra dorata”, offre l’opportunità di immergersi totalmente nell’essenza della cultura e della filosofia buddhista.
Malgrado le tracce lasciate dal colonialismo, la vita quotidiana dei birmani è ancora oggi profondamente legata agli antichi valori tradizionali. La politica di isolamento, se da una parte ha mantenuto il Myanmar arretrato rispetto alle vicine nuove potenze asiatiche, ha contribuito dall’altra a pre-servare intatta la sua cultura.


1°giorno: 4 marzo

VALDARNO/AREZZO – ROMA – VOLO

Ritrovo con il Tour Leader Reporter Live in luoghi da stabilire e partenza in bus privato per l’aeroporto di Roma Fiumicino. Check-in e partenza con il volo Singapore Airlines per Yangon, via Singapore.

SQ 365 Roma (FCO) – Singapore (SIN) 10.50 – 05.45+1

Pasti e pernottamento a bordo.


2°giorno: 5 marzo

VOLI – YANGON

SQ 998 Singapore (SIN) – Yangon (RGN) 07.55 – 09.20

Arrivo all’aeroporto internazionale di Yangon, incontro con la guida parlante italiano e trasferimento in hotel. La camera verrà consegnata non appena disponibile. Pranzo in hotel e tempo per riposo. Nel pomeriggio inizia la visita dell’ex-capitale della Birmania. Le visite cominciano con il grande Buddha reclinato (Chaukhtatgy), lungo 70 metri, custodito in un grande capannone a forma di pagoda. Poco distante c’è l’imponente Pagoda Shwedagon, il simbolo del paese, che si visiterà al momento più bello, cioè il tramonto. La grande pagoda Shwedagon è chiamata anche “la montagna d’oro”, di quasi 100 metri di altezza, coperta da due tonnellate d’oro, si erge su un colle di 60 m visibile da tutta la città, e l’ombrello alla sua sommità è ricoperto da migliaia di pietre preziose. Nel 1920 Sommerset Maughan la descriveva cosi: “la Shwedagon si erge superba, luccicante nel suo oro, come un’improvvisa speranza nella notte scura dell’anima.” Cena e pernottamento in hotel a Yangon.


3°giorno: 6 marzo

YANGON – VOLO – BAGAN

Prima colazione. Di prima mattina, trasferimento in aeroporto per l’imbarco nel volo di linea aerea privato per Bagan (06.45 – 08.05) Si approfitta delle ore più fresche della giornata per la visita di Bagan, località più affascinante della Birmania. Verso la metà del XI° secolo Bagan, sotto il re Anawratha, divenne un regno unico iniziando la sua “età dell’oro”, dove la cultura Mon e soprattutto la sua forma di Buddhismo Theravada esercitò un’influenza dominante. Il re divenne un convinto sostenitore delle idee e delle pratiche Theravada, iniziando un programma di grandi costruzioni a sostegno della nuova religione. Dal regno di Anawratha, fino alla conquista da parte delle forze di Kublai Khan nel 1287, la zona è stata il centro vibrante di una frenetica architettura religiosa. Sosta presso il colorato mercato tipico “Nyaung-oo” per un assaggio di vita locale, quindi visita della zona archeologica e alle pagode più importanti e scenografiche, come la splendida Shwezigon pagoda, il cui stupa è diventato il prototipo per tutte le altre pagode in Birmania. Il tempio in stile indiano Gubyaukgyi, costruito nel 1113, adorno interamente di affreschi raffiguranti la storia di Buddha. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio visita del tempio Ananda, un dei templi più suggestivi costruito con guglie bianche a voler simboleggiare le cime innevate delle montagne Himalayane, che è un magnifico esempio dell’arte Mon. Si visiterà anche il particolare tempio Manuha. Secondo la leggenda questa pagoda venne costruita nel 1059 da Manuha, il re mon fatto prigioniero da Anawratha dopo la conquista di Thaton, per rappresentare la sua insofferenza alla reclusione. Infatti, le tre statue del Buddha seduto che guardano l’ingresso sono schiacciate dai muri che le circondano. Indimenticabile tramonto sul fiume sorseggiando un cocktail in una magica atmosfera. Cena e pernottamento in hotel a Bagan.


4°giorno: 7 marzo

BAGAN

(Facoltativo: volo in mongolfiera all’alba. Vedi supplemento). Prima colazione in hotel. Continua la visita di Bagan con altri spettacolari templi e pagode, come il tempio di Thatbyinnyu. Il suo nome significa onnisciente, uno degli attributi del Buddha. Innalzato a metà del XII sec. da Alaungsithu raggiunge i 60 m d’altezza ed è uno degli edifici più alti della piana da dove, prima del 1994, si poteva godere di uno dei panorami più belli. Si dice che la piccola pagoda adiacente, la Tally, sia stata costruita mettendo da parte un mattone per ogni diecimila usati nella costruzione di Thatbyinnyu. Visita di altri templi e pagode scenografiche. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio si visita il villaggio di Minnanthu, dove si trovano pagode dagli importanti affreschi e fuori dai normali circuiti turistici, in un ambiente rurale di grande serenità. Cena e pernottamento in hotel a Bagan.


5°giorno: 8 marzo

BAGAN – MANDALY

Prima colazione in hotel. Partenza in bus per Mandalay, ( circa 4 ore) con la possibilità di ammirare dal finestrino del bus, i bellissimi paesaggi che vi circonderanno durante il tragitto. Arrivo a Mandalay e sistemazione in hotel. Tempo per un po’ di relax. Pranzo in ristorante locale. Prime visite a Mandalay fino a concludere la giornata con uno splendido panorama su tutta la città dalla collina di Mandalay. Cena e pernottamento in hotel a Mandalay.


6°giorno: 9 marzo

MANDALAY

Dopo la prima colazione, inizia subito la visita dell’affascinante Amarapura, antica capitale, con il monastero Mahagandayon, dove si assiste al silenzioso pasto comunitario di circa mille monaci, il ponte U Bein, il più lungo ponte tutto in tek del mondo su cui passeggiare. Quindi si prosegue per le colline di Sagaing, costellate di templi e pagode. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio, giro panoramico con vista dalle colline. Quindi si visita l’importante pagoda Mahamuni, con la grande statua alta 4 metri del Buddha seduto proveniente dall’Arakhan, ricoperta di foglie d’oro votive. Rientro a Mandalay. Cena e pernottamento in hotel a Mandalay.


7°giorno: 10 marzo

ESCURISONE A MINGUN – MANDALAY

Prima colazione in hotel. Trasferimento al molo. Escursione in barca locale a Mingun, antica città reale. Lungo le rive del fiume si osservano panorami e scene della vita fluviale. Visita alla zona archeologica di Mingun che include l’immensa pagoda incompiuta, la campana più grande del mondo, dal peso di 90 tonnellate, e la pagoda Myatheindan, costruita con particolari spire bianche, simboleggianti monti mitologici. Rientro a Mandalay e pranzo in ristorante. Nel pomeriggio si visita il monastero Shwenandaw, con splendidi intarsi di legno, meraviglioso esempio di arte tradizionale birmana, unico superstite degli edifici del Palazzo Reale andati completamente distrutti durante la Seconda Guerra Mondiale. Si visita la pagoda Kuthodaw, con le migliaia stele di candido marmo. Cena e pernottamento a Mandalay.


8°giorno: 11 marzo

MANDALAY – VOLO – HEHO – PINDAYA – INLE

Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto per il volo per Heho, nello stato di Shan, ai confini con la Thailandia. (09.05 – 09.35). Proseguimento per Pindaya, dove si trovano le famose grotte con più di 9000 statue di Buddha. Nel villaggio, visita alle fabbriche di ombrelli, della carta e la foresta dei ficus religiosa. Pranzo in ristorante. Proseguimento per il Lago Inle. Arrivo e sistemazione nelle camere, cena e pernottamento in hotel.


9°giorno: 12 marzo

LAGO INLE

Prima colazione in hotel. Giornata dedicata all’esplorazione del lago, navigando il grande lago a bordo di lance a motore. Il lago di Inle, lungo 22 Km e largo 11, è una vera bellezza naturale. In questo luogo unico al mondo, gli 80 mila abitanti dell’etnia degli Intha che vuol dire “figli dell’acqua”, vivono, lavorano, studiano, pregano: tutto sull’acqua! Gli Intha inoltre esercitano la loro attività di pescatori con nasse (trappole coniche) e reti, stando in piedi sulle piccole imbarcazioni e remando con una gamba in modo davvero particolare. Pranzo in ristorante. Visita dei famosi orti e giardini galleggianti, i villaggi sull’acqua, il villaggio dove lavorano il gambo di loto al telaio creando magnifici tessuti (sciarpe, camice, vestiti ecc.), il monastero detto “dei gatti che saltano”, e passeremo anche davanti alla pagoda Phaung Daw Oo Kyaung. Rientro al tramonto. Cena e pernottamento in hotel.


10°giorno: 13 marzo

INLE

Prima colazione in hotel. Partenza in motolance per la visita delle splendide colline di Inthein, sul lago. Qui si trovano più di mille pagode risalenti al XIII secolo che circondano l’antico monastero. Questo luogo, situato in una splendida posizione dominante, si raggiunge in motolance attraverso dei bei canali rurali, e dopo una breve camminata di circa 15 minuti si arriva nel villaggio. Pranzo in un ristorante sul lago. Nel pomeriggio, proseguono le visite del lago. Rientro in hotel e riposo. Cena e pernottamento in hotel.


11°giorno: 14 marzo

INLE – HEHO – VOLO – YANGON

Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto e volo per Yangon (09.50 – 11.00). All’arrivo, incontro con la guida e pranzo in ristorante. Nel pomeriggio, proseguimento delle visite di Yangon. Passeggiata a Chinatown: il classico quartiere cinese affollato di negozi stracolmi di ogni genere di articoli, di templi, ristorantini, piccoli artigiani e guaritori, massaggiatori..etc.. Insomma quella speciale atmosfera che si respira in tutte le Chinatown del mondo. Sosta per un piacevole shopping al Bogyoke Aung San Market, inaugurato nel 1926, contiene quasi duemila negozietti che vendono svariati oggetti: dai gioielli preziosi alla biglietteria, dalle antichità alle sete pregiate, ai longyi di semplice cotone. In serata, trasferimento in hotel per la cena ed il pernottamento.


12°giorno: 15 marzo

YANGON  – VOLI 

Prima colazione in hotel. Tempo a disposizione per un po’ di relax, gli ultimi acquisti e le ultime visite della città. Pranzo in ristorante locale e trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia, via Singapore.

MI 519 Yangon (RGN) – Singapore (SIN) 17.35 – 22.10


13°giorno: 16 marzo

VOLI – ROMA – AREZZO/VALDARNO

SQ 366 Singapore (SIN) – Roma (FCO) 01.55 – 08.10

Arrivo in Italia. Rientro nei luoghi di provenienza con bus privato.




I VOSTRI HOTEL (o similari)

Tutti gli hotels proposti nel tour in Myanmar sono di ottimo livello, anche se le categorie degli hotels sono basate su una classificazione locale e possono non corrispondere agli standard occidentali.

YANGON 

Melia Hotel 5*

BAGAN

Amata Garden Resort 4*

MANDALY

Eastern Palace 4*

LAGO INLE

Treasure Resort 4*


Quotazione individuale

MIN 20 PAGANTI 

€ 2.480

Supplemento Singola € 445

Cambio applicato € 1 = USD 1,11

 

La quota comprende:

Bus dal Valdarno a Roma Fiumicino A/R • Volo di linea Singapore Airlines come da prospetto in classe economy • Tasse aeroportuali (pari a € 77,15 al 17/10/2019) • Sistemazioni negli hotel indicati come da prospetto o similari • Trattamento di pensione completa dal pranzo del 2° giorno al pranzo dell’12° giorno • Visite ed ingressi come da programma con bus privato • Guida locale parlante italiano • Voli interni come da programma • Tour leader Reporter Live dall’Italia • Assicurazione sanitaria bagaglio di base (massimale spese mediche: € 8.000)

La quota non comprende:

Visto d’ingresso (50 USD) • Bevande ai pasti • Pasti non espressamente indicati • Mance e Facchinaggi • Tutti gli extra personali • Assicurazione annullamento pari al 7% della quota viaggio • Volo in Mongolfiera a Bagan € 300 circa • Eventuali adeguamento tasse aeroportuali, carburante e cambio euro/dollaro e tasse governative o resort fee • Tutto quanto non espressamente menzionato ne “La quota comprende”


DOCUMENTI NECESSARI

Passaporto: necessario il passaporto elettronico, con validità residua non inferiore a 6 mesi dalla scadenza dal momento dell’entrata in Myanmar, con almeno 2 pagine bianche nella sezione Visti.

Visto d’ingresso: necessario. Fino a 90 giorni di permanenza nel Paese il visto turistico viene rilasciato direttamente al momento dell’arrivo in frontiera. Dal 1 ottobre 2019 al 30 settembre 2020 i cittadini italiani, titolari di passaporto ordinario, potranno ottenere un visto turistico anche al momento del loro arrivo in Myanmar, senza dover presentare preventivamente la relativa istanza online o presso un’Ambasciata birmana. Il visto turistico “on arrival” costerà 50 dollari (tariffa analoga a quella prevista per l’attuale visto turistico online) e avrà una durata di 30 giorni; esso potrà essere ottenuto esclusivamente presso gli aeroporti internazionali di Yangon, Mandalay e Nay Pyi Taw. Il portale per la domanda di visto online è www.evisa.moip.gov.mm, altre informazioni sulle tipologie di visto e i valichi di frontiera sono reperibili al sito www.mip.gov.mm.


CONDIVIDI:

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

About the Author

By admin / Administrator, bbp_keymaster

Follow admin
on Ott 25, 2019

Contattaci:

Il tuo nome (necessario)

La tua email (necessaria)

Oggetto

Il tuo messaggio

Seguici!

Facebook